Il Progetto Powered

Breve sintesi
Obiettivi del progetto
Partnership
Attività di progetto

Titolo del progetto: POWERED Project of Offshore Wind Energy: Research, Experimentation, Development

Programma: IPA Crossborder 2007-2013 Programme

Priorità: 2. Risorse naturali e culturali, prevenzione dei rischi

Misure: 2.3- Risparmio energetico ed energie rinnovabili

Durata: 36 mesi (Marzo 2011- Febbraio 2014)

Budget totale: € 4.453.000,00

Sunto del progetto

Il progetto POWERED è finalizzato alla definizione di strategie e metodi condivisi per lo svilup-po dell.energia eolica offshore in tutti i paesi che si affacciano sul mare Adriatico. Tale scelta energetica consentirebbe un rapido incremento d.installazioni, grazie alla riduzione delle problematiche d.inserimento paesaggistico che frequentemente sono l.ostacolo principale all.inserimento di parchi eolici in territori ad alta densità abitativa o in aree ad alto valore sto-rico e paesaggistico. Oltre ciò anche le problematiche connesse al trasporto delle turbine eoliche di grandi dimensioni che, soprattutto in paesi come l.Italia è particolarmente sentita a causa delle ridotte dimensioni delle strade che collegano le vie principali con le aree in-terne, verrebbero ridotte. I porti industriali che si affacciano sull.Adriatico potrebbero assu-mere un ruolo decisivo nel processo di sviluppo, diventando veri e propri hub di smistamento ma anche centri di produzione delle componenti tecnologiche. Lo scopo principale del progetto è di stilare delle linee guida per la realizzazione di parchi eolici off-shore nel mare Adriatico compatibili con la politica di pianificazione e conservazione condivisa fra i partner del progetto. Parallelamente saranno individuati bacini marittimi di sviluppo per la tecnolo-gia energetica in oggetto. Ciò consentirà di definire le caratteristiche per un progetto di rete di connessione elettrica sottomarina che agevolerà enormemente gli scambi di energia fra i diversi Paesi. Il raggiungimento degli obiettivi del progetto sarà possibile grazie allo studio delle risorse eoliche del bacino adriatico, studio che sarà effettuato per via numerica e vali-dato per via sperimentale. Tale validazione sarà possibile grazie all.installazione di una rete di stazioni meteorologiche costiere e di almeno una di tipo marino. Tale rete, a fine progetto, rimarrà funzionante e fungerà da supporto ai servizi di previsione meteorologica.

Obiettivi principali del progetto

Il progetto POWERED è finalizzato alla definizione di strategie e metodi condivisi per lo sviluppo dell‟energia eolica offshore in tutti i paesi che si affacciano sul mare Adriatico. Tale scelta energetica consentirebbe un rapido incremento d‟installazioni, grazie alla riduzione delle problematiche d‟inserimento paesaggistico che frequentemente sono l‟ostacolo principale all‟inserimento di parchi eolici in territori ad alta densità abitativa o in aree ad alto valore storico e paesaggistico. Oltre ciò anche le pro-blematiche connesse al trasporto delle turbine eoliche di grande taglia che, soprattutto in paesi come l‟Italia è particolarmente sentita a causa delle ridotte dimensioni delle carreg-giate delle strade che collegano le viabilità principali con le aree interne, verrebbero ridotte. I porti industriali che si affacciano sull‟Adriatico potrebbero assumere un ruolo determinante nel processo di sviluppo, diventando veri e propri hub di smistamento ma anche centri di produzione delle componenti tecnologiche.

 

Cetma
Micoperi
Ministero dell'Ambiente
Montenegro
Regione Molise
Veneto Agricoltura
Regione Puglia
Albania
Regione Marche
Regione Abruzzo
Provincia di Ravenna
Università Politecnica delle Marche
Komiza

Lead Partner (LB): REGION ABRUZZO – Directorate for Bureau Affairs, Legislative and EC Policies, External Affairs

Partners: B1 – Department for Energy Efficiency and Renewable Energy Sources, Energy Sector, Ministry of Economy of Montenegro

B2 – Veneto Agricoltura, regional agency for agriculture, forestry and agri-food sectors B3 – Province of Ravenna B4 – Marche Region – Environment and Landscape Department B5 – Molise Region – Programming Department B6 – Apulia Region – Mediterranean Department B7 – Marche Polytechnic University B8 – CETMA Consortium – Engineering, Design and Materials Center B9 -Micoperi marine contractors srl B10 – Italian Ministry for Environment and Land and Sea B11 – Ministry of Economy, Trade and Energy, Republic of Albania B12 – Municipality of Komiza

WP 1 – Project Management e coordinamento transnazionale
PARTNER RESPONSABILE WP: REGIONE ABRUZZO
DESCRIZIONE
Questo pacchetto (WP) mira ad assicurare un coordinamento coeso ed efficace delle attivi-tà del progetto, mentre alla partnership sarà data una struttura organizzativa funzionale.Saranno stabiliti gli Organismi di Gestione e Controllo, essi saranno:Ciononostante, il LB attiverà meccanismi d‟integrazione fra i beneficiari che contribuirà alla gestione efficace delle attività del progetto POWERED.Tutti i beneficiari saranno coinvolti nel coordinamento del progetto, attraverso la condivisio-ne di degli speciali organismi costituiti.

il Comitato di Pilotaggio ( Steering Committee – SC),

il Comitato Tecnico Scientifico (Technical Scientific Committee – TSC).
La Regione Abruzzo sarà il coordinatore del progetto (LB) e sarà l‟interfaccia diretta con l‟Autorità di Gestione (Managing Authority – MA), sia dal punto di vista amministrativo che sostanziale.
WP 2 – Comunicazione e disseminazione

PARTNER RESPONSABLE WP: PROVINCIA DI RAVENNA

L‟obiettivo principale delle attività di comunicazione e disseminazione è di assicurarlo scam-bio continuo d‟idee fra le istituzioni pubbliche e private operati nei territori CBC interessati.Sono pianificati 6 workshop indirizzati migliorare la creazione di meccanismi di cooperazione per integrare i risultati nell‟idea progettuale.
I beneficiari organizzeranno degli eventi nei propri Paesi al fine di informare gli attori locali, i decisori politici e gli esperti del settore circa le attività e i risultati “in itinere” del progetto.
La disseminazione dei risultati del progetto, come anche il processo di feed back degli stessi, sarà facilitato dall‟utilizzo di una piattaforma web e da materiale cartaceo (newsletter pe-riodiche, leaflet, brochure, dvd).
I beneficiari dissemineranno le informazioni sul progetto utilizzando tutti i network di cui fanno parte al fine di avere la più ampia disseminazione possibile rivolta agli stakeholder e agli o-peratori
WP 3 – Stato dell’arte tecnologico, normativo e delle politiche energeti-che e ambientali
PARTNER RESPONSABILE WP: CETMA
Le politiche energetiche dei diversi paesi interessati dal progetto mostrano un interesse co-mune verso le fonti energetiche rinnovabili, in particolare, l‟energia eolica riveste un ruolo importante grazie alla buona ventosità che la maggior parte di essi presenta nelle aree in-terne. Ciononostante la diversa orografia e la ricca varietà delle componenti naturalistiche che caratterizzano i territori interessati dal progetto hanno creato forti differenze normative oltre che far emergere problemi di base che limitano lo sviluppo energetico, basti pensare alla debolezza strutturale delle reti elettriche locali di molti paesi dell‟Adriatico Orientale che non sono in grado di veicolare nuovi pacchetti di energia, soprattutto se provenienti da una fonte discontinua come quella eolica. E’ chiaro che un’analisi approfondita delle aspirazioni in termini di politica energetica e dei vincoli territoriali potrebbe consentire la creazione di un pacchetto di proposte condivise atto a riequilibrare le previsioni energetiche individuali. La stesura di uno stato dell‟arte delle politiche ambientali ed energetiche consentirà non solo il raggiungimento di tale obiettivo, ma anche la possibilità di individuare meglio le tecnologie eoliche più idonee per aree marine di moderata ventosità come quella del bacino adriati-co. Di ausilio al raggiungimento dell‟obiettivo è la conoscenza approfondita delle normative e delle disponibilità energetiche dei diversi Paesi (dati meteorologici, ecc…).

WP 4 – Valutazione sperimentale e numerica della risorsa del vento nel bacino Adriatico

PARTNER RESPONSABILE WP: UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE
Al momento in Europa sono installati circa 1900 MW di potenza in impianti eolici off-shore ma lo sviluppo già programmato per il prossimo futuro è impressionante, oltre 50.000 MW sono previsti entro il 2030, previsioni fatte sulla base di progetti già avviati da diversi paesi europei. Anche l‟Italia con il suo Position Paper di fine 2007 ha inserito 2000 MW di eolico offshore nel-la programmazione energetica da fonti rinnovabili, da raggiungersi entro il 2020. Un tale svi-luppo può essere perseguibile qualora le risorse eoliche dei nostri mari, e nello specifico dell‟Adriatico, siano note con un buon livello di affidabilità. Diventa così indispensabile uno studio anemologico mirato per una valutazione preliminare dell‟investimento economico.

WP 5 – Analisi e valutazione sperimentale delle questioni ambientali, in-frastrutturali, energetiche e tecnologiche

PARTNER RESPONSABILE WP: MUNICIPALITÀ DI KOMIZA

È in questa fase che saranno analizzate e quantificate le problematiche introdotte dallo svi-luppo della produzione di energia elettrica da impianti eolici off-shore nel Mare Adriatico. Ognuno dei partner collaborerà a definire le proprie pressioni ambientali e a suggerire le so-luzioni infrastrutturali più idonee. Parallelamente dovranno essere individuati i bacini energe-tici e le tecnologie atte a realizzare la migliore qualità produttiva possibile.
WP 6 – Definizione di linee guida per la realizzazione di parchi eolici nel Mare Adriatico
PARTNER RESPONSABILE WP: REGIONE ABRUZZO

Questa fase riveste un forte ruolo strategico perché è al suo interno che dovranno essere cercati e consolidati tutti quegli obiettivi di politica energetica e di conservazione ambienta-le comuni fra i diversi partecipanti. Il passo finale del progetto consiste nell‟utilizzare i risultati forniti dalle fasi precedenti per la messa in opera di Linee Guida, documento che dovrà configurarsi come un vero e proprio manuale delle buone pratiche che consenta un ap-proccio idoneo allo sviluppo del progetto. Parallelamente però tutti i Paesi coinvolti dovran-no individuare delle procedure autorizzative chiare e condivise che permettano agli opera-tori del settore energetico di rendere cantierabile il progetto in breve tempo.

This post is also available in: Inglese



Lead partner Abruzzo Region Directorate for Bureau Affairs, Legislative and EC Policies, External Affairs Department for Energy Efficiency and Renewable Energy Sources, Energy Sector, Ministry of Economy of Montenegro Veneto Agricoltura, regional agency for agriculture, forestry and agri-food sectors

Province of Ravenna
Marche Region Environment and Landscape Department

Molise Region Programming Department
Apulia Region Mediterranean Department

Marche Polytechnic University
CETMA Consortium Engineering, Design and Materials Center Micoperi marine contractors srl

Italian Ministry for Environment and Land and Sea
Ministry of Economy, Trade and Energy, Republic of Albania

Municipality of Komiza
European Union Adriatic IPA